Home Covid Draghi a Bergamo per giornata nazionale vittime Covid: “Lo Stato c’è e...

Draghi a Bergamo per giornata nazionale vittime Covid: “Lo Stato c’è e ci sarà”

511
4
draghi-a-bergamo-giornata-nazionale-vittime-covid
draghi-a-bergamo-giornata-nazionale-vittime-covid

Draghi a Bergamo – Le dichiarazioni del premier Mario Draghi oggi 18 marzo 2021 a Bergamo per la giornata nazionale delle vittime del Covid. Le ultime notizie dall’Italia e dal mondo sul coronavirus tutte le ultime news aggiornate.

Oggi è una giornata piena di tristezza e di speranza. Lo Stato c’è e ci sarà. Questo è il giorno in cui dobbiamo sentirci tutti ancora più uniti, a partire da questo luogo. Avete vissuto tempi terribili”.

Il premier Mario Draghi lo ha detto dopo essersi soffermato, in silenzio, vicino alla corona di fiori deposta sotto la lapide dedicata alle vittime del Covid, e dopo aver ascoltato il ricordo del sindaco di Bergamo Giorgio Gori

Draghi a Bergamo: “Il Paese vuole rialzare la testa, questa città esempio prezioso”

“Tutta la comunità bergamasca ha dato prova di saper reagire, di trasformare i lutti e le difficoltà in voglia di riscatto, di rigenerazione – ha affermato ancora -. Il suo esempio è prezioso per tutti gli italiani che, sono certo, non vedono l’ora di rialzare la testa, ripartire, liberare le loro energie che hanno reso meraviglioso questo Paese”.

“Non possiamo abbracciarci ma oggi tutti più uniti”

“Non possiamo abbracciarci, ma questo è il giorno in cui dobbiamo sentirci tutti ancora più uniti. A partire da qui, da questo luogo che ricorda chi non c’è più. In questa città non vi è nessuno che non abbia avuto un familiare o conoscente colpito dal virus. Cari bergamaschi, avete vissuto giorni terribili in cui non vi era nemmeno il tempo di piangere i vostri cari, di salutarli e accompagnarli per l’ultima volta”, ha sottolineato il presidente del Consiglio.

“Ritmo vaccinazioni non cambia

In merito al tema dei vaccini e all’attesa decisione dell’Ema su AstraZeneca, Draghi ha affermato: “Il governo è impegnato a fare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile. Questa è la nostra priorità. La sospensione del vaccino AstraZeneca, attuata lunedì con molti altri Paesi europei, è stata una decisione temporanea e precauzionale. Nella giornata di oggi, l’Agenzia Europea dei Medicinali darà il suo parere definitivo sulla vicenda. Qualunque sia la sua decisione, la campagna vaccinale proseguirà con la stessa intensità, con gli stessi obiettivi”. 

“Aumento alcune forniture compenserà ritardi”

“L’incremento nelle forniture di alcuni vaccini aiuterà a compensare i ritardi da parte di altre case farmaceutiche”, ha aggiunto Draghi. 

Gori: “Terribile prova, Bergamo sia anche città simbolo rinascita”

“Un bosco è anche un simbolo di speranza. Il 18 marzo è il giorno straziante dei camion di Bergamo, ma Bergamo vuole essere anche una città simbolo della rinascita. E’ una terribile prova”. Lo ha detto il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, intervenendo sul palco poco prima del premier.

18-marzo-2021-giornata-nazionale-vittime-covid-bergamo
18-marzo-2021-giornata-nazionale-vittime-covid-bergamo

Fonte: Tg Com 24

4 Commenti

  1. […] Oggi il presidente del consiglio Mario Draghi, intervenuto a Bergamo per celebrare la prima giornata…, ha precisato che qualsiasi sia la decisione di Ema la campagna vaccinale proseguirà.  “Il governo – e lo sapete bene – è  impegnato a fare il maggior numero di vaccinazioni nel più breve tempo possibile. Questa è la nostra priorità”. Così il premier Mario Draghi, intervenendo a Bergamo, al parco Martin Lutero alla Trucca,  all’inaugurazione del Bosco della Memoria in ricordo delle oltre  centomila vittime italiane della pandemia.        […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui