Home Attualità Papa Francesco preghiera vittime Covid: “Dio accolga le 100mila anime italiane”

Papa Francesco preghiera vittime Covid: “Dio accolga le 100mila anime italiane”

505
3
papa-francesco-conferenzapapa-francesco-conferenza
papa-francesco-conferenza

Papa Francesco preghiera – Le parole del Santo Padre oggi 18 marzo 2021 per la giornata nazionale delle vittime del Covid. Le ultime notizie dall’Italia e dal mondo tutte le ultime news aggiornate 24 ore su 24.

In occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime di Covid, papa Francesco ha rivolto un pensiero a tutti coloro che hanno perso la vita durante la pandemia. 

“Preghiamo insieme per le più di 100.000 vittime italiane del coronavirus: tante persone che hanno perso la vita a causa della malattia, e tante altre che hanno donato la loro vita al servizio degli ammalati. Il Signore li accolga e consoli le loro famiglie“, ha scritto su Twitter

Papa Francesco preghiera, il rimprovero ai fedeli: “Pregate come pappagalli”

Chissà se la preghiera per le vittime del Covid abbia calmato il Pontefice dopo la “ramanzina” ai fedeli.

“Pregate come pappagalli”.

Papa Francesco rimprovera i fedeli. Durante l’udienza del mercoledì Bergoglio ha puntato il dito contro la scarsa partecipazione con cui alcuni fedeli spesso partecipano alle preghiere e alle cerimonie liturgiche della Chiesa.

“Tante volte succede che noi non preghiamo, non abbiamo voglia di pregare o non sappiamo o tante volte preghiamo come pappagalli con la bocca ma il cuore è lontano”. Lo ha detto Papa Francesco nel corso dell’udienza del mercoledi’.

“Questo e’ il momento di dire allo Spirito: “Vieni, vieni Spirito Santo, riscalda il mio cuore. Vieni e insegnami a pregare, insegnami a guardare il padre, a guardare il Figlio. Insegnami com’e’ la strada della fede. Insegnami come amare e soprattutto insegnami ad avere un atteggiamento di speranza. Chiamare lo Spirito continuamente perché sia presente nelle nostre vite”, ha proseguito.

Lo Spirito Santo, aggiunge il Papa, ci “ricorda Gesu’ e lo rende presente a noi, perché non si riduca a personaggio del passato”.

Nello Spirito, spiega il Pontefice, “tutto è vivificato” e “ai cristiani di ogni tempo e luogo è aperta la possibilità di incontrare Cristo”.

“Lui non è distante, è con noi: ancora educa i suoi discepoli trasformando il loro cuore, come fece con Pietro, con Paolo, con Maria di Magdala”, ha detto ancora.

papa-francesco-caduto-dolorosa-sciatalgia
papa-francesco-caduto-dolorosa-sciatalgia

Fonte: Tg Com 24 e Il Tempo

Articolo precedentePositivo dopo 37 giorni 2° dose vaccino, si tratta di variante inglese
Articolo successivoBassetti annuncia: “A breve 1000 morti al giorno, sono destinati ad aumentare”

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui