Home Attualità Villa Sikania, ad Agrigento 50 migranti in fuga dalla struttura

Villa Sikania, ad Agrigento 50 migranti in fuga dalla struttura

1394
0
migranti-fuga-statale-villa-sikania
migranti-fuga-statale-villa-sikania

Villa Sikania Park Hotel. E’ questo il nome della struttura ricettiva di Agrigento da cui sono scappati 50 migranti. Le ultime notizie sui migranti scappati dal centro di accoglienza.

Hanno violato qualsiasi norma anti-Covid i 50 migranti scappati ieri sera, 28 settembre 2020.

I protocolli prevedevano la quarantena obbligatoria ma loro sono fuggiti, in 50, come riportato dall’edizione online de Il Gionale.

La Prefettura di Agrigento ha comunicato, in una nota, che attualmente “una ventina” mancano all’appello.

I migranti fuggitivi, in gruppo, hanno cercato di percorrere le vie più isolate e lontane dal centro della città, per essere favoriti nel piano di fuga.

Villa Sikania, il video dei migranti in fuga sulla Statale 115

Alcuni di loro, ripresi anche in video dai passanti, si sono messi a correre lungo la Statale 115, a rischio dell’incolumità non soltanto propria ma anche degli automobilisti stessi.

La polizia ha tentato in ogni modo, dispiegandosi su tutto il territorio cittadino, di fermare e riportare i migranti scappati nell’ex hotel ma non è riuscita a bloccare tutti.

Intanto sui social sono iniziati a circolare video ed appelli che invitavano tutti alla prudenza, soprattutto in auto, con commenti tipo: “Attenzione sulla SS 115, ci sono migranti che corrono in strada. Siate cauti alla guida”.

Non è difficile intuire il motivo del messaggio, basti pensare a quanto verificatosi ad inizio mese.

Il 4 settembre, infatti, a seguito di una ribellione da parte degli ospiti dell’ex Villa Sikania, uno di loro, un ventenne eritreo, nel tentativo di fuggire, è stato investito mortalmente da un’automobilista che transitava nello stesso tratto stradale.

Feriti con lui anche i poliziotti uno dei quali in modo serio.

Dopo quella tragica sera sono continuate le proteste da parte degli stranieri che, in più occasioni, si sono recati anche sul tetto della struttura per manifestare.

QUI SOTTO IL VIDEO-TESTIMONIANZA DELL’ACCADUTO, CLICCA SUL TASTO PLAY PER GUARDARLO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui