Home Ultime Notizie Mensa poveri Milano, raptus di follia del migrante con coltello in mano

Mensa poveri Milano, raptus di follia del migrante con coltello in mano

795
2
mensa-poveri-milano-migrante
mensa-poveri-milano-migrante

Mensa poveri Milano – Il gesto folle di un migrante in fila alla mensa dei poveri di Milano: ecco cos’ha fatto con un coltello in mano. Le ultime notizie dall’Italia e dal mondo tutte le ultime news dell’ultim’ora aggiornate in tempo reale 24 ore su 24.

Un giovane migrante che si trovava in fila a una mensa per i poveri, a Milano, ha avuto un raptus di follia e ha cominciato a minacciare i presenti con un coltello, una posata di metallo.

L’uomo, all’arrivo della polizia – chiamata dalle altre persone in coda – ha dato vita a una rocambolesca fuga prima su un bus e poi per le vie della città.

Il migrante, inoltre, ha anche minacciato una bimba davanti a una scuola, prima di venire arrestato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Milano aggressione in metropolitana: reazione shock dell’immigrato per evitare la multa

Mensa poveri Milano, la fuga del migrante e la ricostruzione dell’arresto

Intorno alle 8, secondo la ricostruzione della polizia, ha dato in escandescenze per futili motivi, mentre si trovava in fila alla mensa di Pane Quotidiano.

Quando ha cominciato a minacciare i presenti con un coltello (una posata di metallo), le altre persone hanno chiamato il 112. All’arrivo di una volante l’uomo è fuggito, riuscendo a salire su un autobus della vicina linea 91. Ma è stato intercettato da una pattuglia che ha bloccato il mezzo.

A quel punto è fuggito a piedi, correndo inseguito dagli agenti fino ad arrivare in via Tertulliano. Dove ha incrociato una bambina di 7 anni in bicicletta davanti a una scuola, che si trovava con il padre, e l’ha strattonata tirandole i capelli. Il genitore è intervenuto allontanando l’uomo ma cadendo a sua volta per terra. Lo straniero ha ripreso la sua corsa ma poco dopo è stato bloccato.

auto-carabinieri
auto-carabinieri

Fonte: Ansa

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui