Home Ultime Notizie Guerriglia a Torino e Milano, lancio di molotov contro la Polizia

Guerriglia a Torino e Milano, lancio di molotov contro la Polizia

4801
0
guerriglia-a-torino-e-milano
guerriglia-a-torino-e-milano

Guerriglia a Torino e Milano – Ultime notizie poco felici dall’Italia. Monta la protesta in tutta Italia dopo l’ultima stretta legata al Dpcm che prevede, tra l’altro la chiusura dei locali dopo le 18 e lo stop a palestre e attività sportive. 

I tassisti a Torino hanno occupato piazza Castello, a Cremona i ristoratori hanno battuto le pentole davanti alla prefettura e poi le hanno lasciate a terra come in un cimitero di stoviglie, a Catania hanno tirato bombe carta davanti alla prefettura, a Treviso in mille hanno sfilato in corteo, a Viareggio giovani hanno bloccato il traffico e lanciato fumogeni e petardi.

Guerriglia a Torino e Milano, ecco cosa sta succedendo

In tutta Italia si sono svolte manifestazioni di protesta contro il Dpcm che impone le nuove chiusure per limitare il contagio da Covid. Altre se ne annunciano per le prossime ore. In piazza anche a Genova tra ristoratori, lavoratori dello spettacolo e no mask

Tensioni in serata nelle piazze, da Napoli a Milano a Torino, anche a Trieste. Sparati fumogeni e molotov contro le forze dell’ordine. Fermato un manifestante a Napoli, un ferito nel capoluogo piemontese. 

Le forze dell’ordine hanno lanciato i lacrimogeni contro i manifestanti che stavano a loro volta lanciando pietre e bottiglie davanti alla sede della Regione Lombardia, in via Melchiorre Gioia, a Milano con l’obiettivo è quello di disperdere i partecipanti di un corteo non autorizzato e violento partito da corso Buenos Aires, la via più commerciale della città.

Due negozi della centralissima via Roma, a Torino, sono stati devastati da gruppi di manifestanti nel corso degli episodi di guerriglia con le forze dell’ordine. In un caso, un gruppo, dopo aver sfondato la vetrata d’ingresso, si è introdotto all’interno e si è dato al saccheggio. Sale, intanto, il bilancio dei fermati: sono dieci secondo la Questura.

Una manifestazione, contro le misure di contenimento anti-covid, è stata organizzata questa sera a Milano inizialmente lungo corso Buenos Aires la più importante strada commerciale della città: vi prendono parte centinaia di manifestanti che hanno fatto esplodere grossi petardi e molotov.

Il gruppo ha occupato temporaneamente la via con un corteo improvvisato e non autorizzato per poi procedere verso la Regione Lombardia e il centro.

In particolare, lungo il percorso sono state lanciate due bottiglie incendiarie e una terza contro un’auto della polizia locale che fortunatamente non è stata centrata. Dal corteo, in diversi hanno urlato insulti e slogan contro il premier Giuseppe Conte.

In Buenos Aires sono stati danneggiati dehors, le transenne usate per il Giro d’Italia di ciclismo sono state lanciate nella scale della metropolitana, molti cassonetti sono stati rovesciati.

guerriglia-a-torino-e-milano
guerriglia-a-torino-e-milano

fonte: ansa.it

Articolo precedenteBambini Covid in aumento, l’appello del Santobono: “Basta sbaciucchiarli”
Articolo successivoConte ammette: “Ecco perché abbiamo chiuso queste attività”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui