Home Mondo Antartide – Scioglimento dei ghiacciai: due enormi si stanno rompendo, ecco cosa...

Antartide – Scioglimento dei ghiacciai: due enormi si stanno rompendo, ecco cosa si rischia

2234
44
orso-polare-scioglimento-ghiacciai
orso-polare-scioglimento-ghiacciai

Antartide – Scioglimento dei ghiacciai. Ultime news sull’innalzamento dei mari causato dallo scioglimento dei ghiacciai in Antartide.

Due enormi ghiacciai in Antartide si stanno rompendo e sciogliendo.

Le ultime notizie spesso raccontano dello scioglimento dei ghiacciai ma stavolta potrebbe essere peggio, per tutto il mondo.

Antartide – Scioglimento dei ghiacciai, lo studio rivela i rischi che corre tutto il pianeta

Un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica statunitense Proceedings of the National Academy of Sciences ha rilevato che due enormi ghiacciai che si trovano nel mare di Amundsen, nella parte occidentale della Calotta glaciale antartica, si stanno progressivamente riducendo e rompendo a velocità sempre maggiore.

Secondo lo studio, i ghiacciai Pine Island e Thwaites contribuiscono già a circa il 5% dell’innalzamento globale delle acque dei mari.

Un fenomeno che negli ultimi anni è stato molto accelerato per via del riscaldamento globale.

Un’ulteriore riduzione dei ghiacci potrebbe avere effetti pericolosi.

Non solo per l’integrità stagionale del resto dei ghiaccai antartici, ma anche sulla situazione del livello delle acque nel resto del pianeta.

La riduzione della calotta glaciale in Antartide riguarda principalmente la Penisola antartica, che si protende verso il Sudamerica, e la zona dell’Antartide occidentale, dove si trovano i due ghiacciai.

In queste due aree il ghiaccio si scioglie più velocemente sia a causa della temperatura dell’aria, più alta del solito, sia perché le acque marine che vi passano sotto sono più calde di quanto dovrebbero essere.

Di norma gli strati di ghiaccio agiscono come un “tappo”, mantenendo stabili la calotta glaciale e i ghiacciai che si trovano sulla parte continentale dell’Antartide, ed evitando che scivolino verso il mare.

Questi strati di ghiaccio, però, a poco a poco si stanno sciogliendo e così la calotta si trova senza la sua barriera di protezione naturale.

Le immagini satellitari analizzate nello studio hanno evidenziato il distaccamento di grosse porzioni di ghiaccio.

Inoltre hanno mostrato che ancora più porzioni di calotta rischiano di staccarsi e collassare nel mare.

Questo significa che per via del riscaldamento globale del nei prossimi anni, il livello delle acque potrebbe innalzarsi ulteriormente e con conseguenze enormi.

Soprattutto se si pensa che anche pochi cm in più possono causare problemi nelle aree dove le coste sono basse e più esposte alle maree.

Antartide – Scioglimento ghiacciai, le parole dell’esperta

Isabella Velicogna, professoressa della University of California e glaciologa esperta dell’innalzamento dei mari, ha detto la sua al Washington Post.

 L’esperta ha affermato che l’accelerazione del processo di riduzione dei due ghiacciai in Antartide «non è una buona notizia».

Lo studio ha evidenziato che il processo di riduzione dei ghiacci del Pine Island si era avviato nel 1999 e che si è velocizzato a partire dal 2016.

Gli scienziati hanno calcolato che negli ultimi quattro anni la parte centrale e quella occidentale del ghiacciaio sono diminuite.

Le dimensioni sono calate del 30%, passando da circa 3.900 metri quadrati a circa 2.600.

Per dare un’idea, è stata persa una porzione di ghiaccio grande più o meno come la città di Los Angeles.

Secondo gli esperti, però, la situazione del ghiacciaio Thwaites è ancora più critica. Come aveva già ipotizzato uno studio uscito su Science nel 2009, infatti, la riduzione dei ghiacci del Thwaites potrebbe provocare il collasso di una parte ancora più ampia della calotta glaciale antartica, che contiene abbastanza ghiaccio da poter provocare un innalzamento delle acque di oltre tre metri.

Antartide – Scioglimento dei ghiacciai, problema vecchio che dura da troppo

La notevole riduzione e la perdita di ghiaccio nell’Antartide è un fenomeno riscontrato già da alcuni anni.

Secondo i dati dell’Organizzazione meteorologica mondiale, negli ultimi cinquant’anni le temperature medie dell’Antartide sono cresciute di almeno 3°C e l’87 per cento dei ghiacciai vicini alla costa occidentale si è rimpicciolito, in particolare negli ultimi 12 anni.

Tra le altre cose, nel 2018 lo studio più autorevole uscito fino a quel momento aveva dimostrato che l’Antartide aveva già perso tremila miliardi di tonnellate di ghiaccio nel giro di 25 anni.

Inoltre, nel febbraio di quest’anno per la prima volta in Antartide si è registrata una temperatura superiore ai 20°C.

Se alla riduzione della calotta glaciale antartica si somma il fatto che anche i ghiacciai artici non se la passano bene, la situazione globale desta notevoli preoccupazioni.

Tra il 30 luglio e il 4 agosto scorsi nella parte canadese del mar glaciale Artico è collassata la Milne Ice Shelf, una piattaforma di ghiaccio grande due volte la città di Bergamo.

Mentre il 14 settembre dalla calotta di ghiaccio più intatta della Groenlandia, la Nioghalvfjerdsfjorden, si è staccata una porzione di ghiaccio grande quanto Piacenza.

In entrambi i casi, secondo gli esperti del Geological Survey di Danimarca e Groenlandia, le temperature in queste aree negli ultimi anni sono state «incredibilmente alte».

E lo sono a causa della «progressiva disintegrazione» dei ghiacciai artici.

ghiacciai-si-rompono
ghiacciai-si-rompono

Fonte: Il Post

Articolo precedenteScopre di avere un tumore ma non rinuncia alla gravidanza: ora la bimba è nata!
Articolo successivoMassimo Giletti in giro per Roma con il giubbotto antiproiettile e la scorta

44 Commenti

  1. First of all I would like to say awesome blog! I had a quick question in which I’d like
    to ask if you do not mind. I was curious to find out how you center yourself and clear your
    thoughts before writing. I’ve had a difficult time clearing my mind in getting my ideas out.
    I truly do take pleasure in writing however it just seems like the first 10 to 15 minutes are wasted simply just trying
    to figure out how to begin. Any suggestions or tips? Many thanks!

  2. I am really enjoying the theme/design of your website.
    Do you ever run into any web browser compatibility issues?
    A handful of my blog audience have complained about my blog not operating correctly in Explorer but
    looks great in Opera. Do you have any suggestions to help fix this problem?

  3. Woah! I’m really digging the template/theme of this site.
    It’s simple, yet effective. A lot of times it’s hard to get that “perfect balance” between user
    friendliness and visual appeal. I must say you have done
    a fantastic job with this. In addition, the blog loads super
    quick for me on Internet explorer. Exceptional Blog!

  4. I don’t know if it’s just me or if perhaps everyone else encountering problems with
    your site. It seems like some of the text on your posts are running off the
    screen. Can somebody else please provide feedback and let me know if this
    is happening to them too? This could be a issue with my internet browser because I’ve had this
    happen previously. Thanks

  5. One of the main benefits of using an buy weed online canada is the convenience it offers. Customers can browse products, place orders, and have them delivered to their doorstep, all from the comfort of their own homes. This is especially useful for those who live in remote areas, or who have mobility issues and find it difficult to travel to a physical dispensary.

  6. I gave https://www.cornbreadhemp.com/products/cbd-balm a try for the primary time, and I’m amazed! They tasted distinguished and provided a sense of calmness and relaxation. My importance melted away, and I slept less ill too. These gummies are a game-changer on the side of me, and I greatly endorse them to anyone seeking spontaneous emphasis relief and think twice sleep.

  7. My spouse and i felt absolutely fulfilled when Jordan could carry out his preliminary research out of the ideas he grabbed using your web site. It is now and again perplexing just to be giving freely key points others might have been selling. We fully understand we have got the website owner to give thanks to for that. The specific illustrations you have made, the easy site navigation, the friendships you can give support to promote – it’s most great, and it is letting our son and us feel that this topic is satisfying, which is exceedingly vital. Many thanks for everything!

  8. I was just seeking this information for some time. After 6 hours of continuous Googleing, finally I got it in your website. I wonder what’s the lack of Google strategy that do not rank this kind of informative sites in top of the list. Normally the top websites are full of garbage.

  9. Hey! Do you know if they make any plugins to assist with SEO? I’m trying to get my blog to rank for some targeted keywords but I’m not seeing very good results. If you know of any please share. Kudos!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui