Home Ultime Notizie Federico Lugato, esce a fare una camminata e non fa più ritorno:...

Federico Lugato, esce a fare una camminata e non fa più ritorno: disperso in Val di Zioldo

818
0
federico-lugato
federico-lugato

Federico Lugato – Continuano da ieri le ricerche di Federico Lugato, escursionista di 39 anni originario del Veneziano, partito ieri in mattinata per un giro ad anello nel Gruppo del Tamer-San Sebastiano (Dolomiti bellunesi) e non rientrato all’ora di pranzo come era previsto. Questa mattina l’elicottero dell’Air Service center, convenzionato con il soccorso alpino Dolomiti Bellunesi, ha portato in quota le squadre della Val di Zoldo, lungo il percorso che da Pralongo sale a Colcerver e arriva al bivacco Baita Angelini.

Federico indossa pantaloni corti grigi o verdi, una felpa blu con sotto una t-shirt rossa o viola, chiunque lo avesse incontrato o avesse sue informazioni è pregato di contattare i carabinieri. Sul posto anche unità cinofile, droni e il Centro mobile di coordinamento del Soccorso alpino, il Sagf di Cortina e Auronzo con altre unità cinofile, i vigili del fuoco. 

Federico Lugato, ecco cosa gli è successo

L’escursionista non rientrato da una camminata era partito in mattinata ed era d’accordo con la moglie di tornare per l’ora di pranzo. Verso le 17 di ieri dopo averlo atteso a lungo invano la donna ha fatto scattare l’allarme. Le squadre sono state trasportate in quota dall’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, che ha sorvolato anche la zona.

Si è cercato di restringere l’area di ricerca risalendo, tramite il gestore di telefonia, alla cella agganciata dal cellulare che a tratti suonava inutilmente libero. Il sindaco della Val di Zoldo Camillo De Pellegrin ha lanciato un appello dalla sua pagina Facebook: «Chi si trovava in zona e avesse informazioni utili è pregato di contattare i soccorsi».

automobile-carabinieri
automobile-carabinieri

fonte: veneziatoday.it

Articolo precedenteCovid Italia, report Gimbe: “Tanti ricoveri tra non vaccinati”
Articolo successivoRasi annuncia: “Avremo ospedali pieni di non vaccinati gravi”