Home Covid ULTIM’ORA – Mascherina obbligatoria anche per chi fa attività motoria all’aperto

ULTIM’ORA – Mascherina obbligatoria anche per chi fa attività motoria all’aperto

1310
0
ragazza-corre-con-mascherina
ragazza-corre-con-mascherina

Ultim’ora in merito alle restrizioni da Coronavirus. Anche chi fa attività motoria all’aperto dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina.

Lo scrive il Viminale in una circolare firmata nella serata di ieri dal capo di Gabinetto Bruno Frattasi con la quale vengono dati dei chiarimenti ai prefetti sul decreto legge approvato il 7 ottobre scorso. A riportare queste importanti ultime notizie è l’ANSA.

Ultim’ora su mascherine obbligatorie anche all’aperto per chi fa attività motoria

La disposizione che prevede l’uso della mascherina “esenta dall’obbligo di utilizzo – scrive Frattasi – solo coloro che abbiano in corso l’attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall’obbligo in questione”.

Nelle bozze del decreto circolate nei giorni scorsi era scritto che dall’obbligo di utilizzare la mascherina erano esentati “i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria” ma nel testo pubblicato in Gazzetta l’esenzione è rimasta solo per coloro che fanno attività sportiva.

Questo lo stralcio del testo ufficiale del Viminale:

“Appare opportuno fornire al riguardo alcuni chiarimenti in merito ai profili più strettamente inerenti ai controlli amministrativi sulla corretta osservanza del quadro regolatorio, statale e regionale”.

“La disposizione in commento esenta dall’obbligo di utilizzo del dispositivo solo coloro che abbiano in corso l’attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall’obbligo in questione”.

Differenza attività motoria e attività sportiva

Dunque il testo del Viminale parla chiaro. Mascherina obbligatoria per chi fa attività motoria e non per chi fa attività sportiva. Ma cosa significa?

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) definisce attività motoria (o attività fisica) qualsiasi movimento corporeo prodotto dai muscoli scheletrici che richiede un dispendio energetico superiore a quello in condizioni di riposo.

Questa non va confusa con l’attività sportiva, che è l’insieme di attività motorie che impegna — a livello agonistico oppure di esercizio — le capacità psicofisiche dell’atleta, che svolge una disciplina con finalità amatoriali oppure di professione.

A ribadire questo concetto è anche la definizione dei due concetti da parte del Ministero della Salute.  L’attività motoria, secondo la definizione del Ministero della Salute, sta a indicare l’attività fisica, ovvero “qualunque movimento determinato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio energetico superiore a quello delle condizioni di riposo”.

Mentre l’attività sportiva “comprende situazioni competitive strutturate e sottoposte a regole ben precise“. 

conte-parla-in-diretta
conte-parla-in-diretta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui