Home Covid Intervista Ilaria Capua: “C’è una cosa da fare per proteggersi dal Coronavirus”

Intervista Ilaria Capua: “C’è una cosa da fare per proteggersi dal Coronavirus”

3846
2
ilaria-capua-intervista-la-7
ilaria-capua-intervista-la-7

Intervista Ilaria Capua. La Capua torna a parlare in merito al Coronavirus. La nota dottoressa che lavora negli Stati Uniti, ha concesso un’intervista al Corriere della Sera e un’altra a La Stampa. Il tutto mentre il governo prepara una nuova stretta e pensa di anticipare il Dpcm al 12 ottobre.

Nel frattempo però, come anticipato, la virologa e dottoressa ha spiegato in queste intervsite quali siano le regole fondamentali da seguire per proteggerci dal Coronavirus e come bisogna utilizzare la mascherina per stare sicuri. Ecco le sue parole riportate da Today.it:

Intervista Ilaria Capua, i consigli su come difenderci dal Covid

“Assistiamo a una circolazione vivace del virus, siamo passati da 1.500 a oltre 5 mila casi al giorno. È il momento di rafforzare l’impegno: la mascherina va portata sempre, tranne che in casa e nella propria macchina se si è soli”.

“Se si usa il car sharing meglio indossarla. Lavare e disinfettare le mani più spesso possibile. Il virus viene trasportato da goccioline pesanti che tendono a cadere rapidamente: ecco perché la distanza di due metri ci protegge”.

La Capua poi si dice d’accordo con l’idea del governo di mettere dei limiti alle feste private e che è giusto rallentare la cosiddetta movida:

“Sì, perché si tende a stare senza mascherina e a parlare ad alta voce. Urlare e cantare sono i modi migliori per diffondere l’infezione. La vita notturna va reinventata, altrimenti il virus continuerà a circolare tra i giovani adulti e alcuni di loro arriveranno alla forma grave della malattia”.

“Inoltre i giovani possono contagiare parenti, amici e colleghi più in là con gli anni. Per un po’ certe cose non si potranno fare, vanno cercate soluzioni alternative e creative”. 

Secondo la virologa il problema è che la circolazione del virus è attualmente favorita dai comportamenti delle persone: 

“Sicuramente in queste settimane è aumentata la mobilità, la gente ha ripreso a viaggiare,molte attività sono ripartite. E, contestualmente, c’è stato anche un calo di attenzione: mascherina, distanziamento e igiene sono basilari per abbattere i contagi. Se vengono meno, i numeri crescono.È inevitabile”.

Capua sostiene che sia riduttivo puntare il dito sulla scuola come primo pericolo, ma sicuramente è necessario tenere anche in classe la mascherina: “Sì, credo che in questo momento la cosa migliore sarebbe tenerla sempre, in classe come in ufficio. A volte non volerla indossare sembra un capriccio: in commercio ne esistono di tutti i modelli”.

“Ci sono pelli più secche, più grasse,nasi più lunghi: ognuno deve scegliere la mascherina che sente più confortevole. Questione di abitudine, poi neppure ci si ricorda di averla. Tra qualche anno sarà solo un ricordo: questa è la storia delle infezioni virali”. 

ilaria-capua-intervista-la-7
ilaria-capua-intervista-la-7
Articolo precedenteManifestazione negazionisti Roma, tensione con la Polizia e uomo fermato: “Aiuto, dove mi portate?” [VIDEO]
Articolo successivoEros Ramazzotti: “750mila operai dell’industria musicale, hanno bisogno di nuove regole per il futuro”

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui