Home Attualità Bimbo 11 anni suicida a Napoli si lancia dal balcone: “Devo seguire...

Bimbo 11 anni suicida a Napoli si lancia dal balcone: “Devo seguire l’uomo nero”

4313
0
bimbo-11-anni-suicida-napoli

Bimbo 11 anni suicida. Ultime notizie sul tragico evento avvenuto a Napoli nelle scorse ore. Nel quartiere Chiaia, nei pressi di via Mergellina, un bimbo di 11 anni si è suicidato lanciandosi dal balcone. Un avvenimento che ha lasciato di stucco tutta la città e l’Italia intera.

Stando alle prime indagini da parte delle Forze dell’Ordine e riportate da Fanpage, dietro questo suicidio ci sarebbe una vicenda molto grave. A mettere gli investigatori su questa pista è stato l’ultimo messaggio lasciato dal piccolo prima di suicidarsi, messaggio indirizzato alla madre.

Bimbo 11 anni suicida, il messaggio lasciato alla madre

Un ultimo messaggio composto da poche parole, dal contenuto sibillino. Le scuse per il gesto che stava per compiere, poi quel riferimento che ha fatto sgranare gli occhi agli investigatori: un “uomo nero” non meglio definito, che in qualche modo avrebbe determinato quel salto nel vuoto, dal decimo piano del palazzo in cui abita.

“Mamma mi dispiace, ma devo seguire l’uomo nero”: queste in sintesi le parole del messaggio lasciato dal bambino e riportato da più organi di stampa. Al momento la Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta per istigazione al suicidio e per capire cosa sia realmente successo.

Il piccolo, che conduceva una vita normale e praticava sport, si è ucciso poco dopo la mezzanotte, mentre i genitori dormivano. Ad escludere la caduta accidentale c’è proprio quel messaggio, inviato sul cellulare della madre pochi minuti prima. 

Gli inquirenti stanno lavorando per capire chi si celi dietro questa entità di “uomo nero”. Se ci sia una persona reale, o sia un’entità virtuale protagonista di una delle perverse challenge che corrono da un cellulare all’altro degli adolescenti.

Come riporta Fanpage, l‘ipotesi di una challenge online resta al momento tra le più accreditate, ma anche questo è un campo scivoloso, molto. Una fitta boscaglia dove prendono vita i personaggi delle Creepypasta, la versione Internet delle leggende metropolitane, che terrorizzano i più giovani.

bimbo-11-anni-suicida-napoli
bimbo-11-anni-suicida-napoli

Articolo precedenteSospensione Serie A, il sottosegretario Zampa: “Il campionato deve essere fermato”
Articolo successivoOmicidio Vannini, Ciontoli condannato a 14 anni di reclusione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui