Home Attualità Nicola Tanturli malattia, il sonnambulismo e gli altri misteri

Nicola Tanturli malattia, il sonnambulismo e gli altri misteri

2950
12
nicola-tanturli-ritrovato
nicola-tanturli-ritrovato

Nicola Tanturli malattia – Tutti i misteri dopo il ritrovamento di Nicola Tanturli, la malattia del bimbo scomparso dalla comunità di Campanara vicino a Palazzuolo sul Senio. Le ultime notizie aggiornate dall’Italia e dal mondo 24 ore su 24.

Le scarpine ancora ai piedi, la porta di casa, ma anche i chilometri percorsi e il ritardo nel lanciare l’allarme. Tanti gli interrogativi e i punti tutti da chiarire agli inquirenti nella vicenda della scomparsa nel Mugello di Nicola Tanturli. Il piccolo di 21 mesi ritrovato ieri mattina al fondo di una scarpata con un dislivello di 25 metri in un bosco della zona del comune di Palazzuolo sul Senio (Firenze).

Intanto, da oggi, sono stati avviati gli accertamenti disposti dal pubblico ministero Giulio Monferrini, come riferisce l’Adnkronos, dopo che la Procura di Firenze, diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, ha aperto un fascicolo, al momento senza indagati nè con un reato specifico, sulla vicenda della sparizione.

La magistratura ha infatti incaricato i carabinieri della compagnia di Borgo San Lorenzo (Firenze), competente territorialmente, di svolgere un’indagine preliminare al fine di valutare se è possibile ravvisare nei confronti dei genitori di Nicola, Leonardo e Giuseppina, il reato di abbandono di minore. “Come investigatori lavoriamo a 360 gradi, senza escludere nessun elemento e nessuna pista; al momento l’ipotesi dell’allontanamento del bambino dall’abitazione sembra la più plausibile”, ha detto all’Adnkronos il maggiore Michele Arturo, comandante della compagnia dell’Arma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Antonia Denise Pipitone, Mariana: “E’ lei! La chiamano Antonia”

Le domande sul mistero Nicola Tanturli

Non avendo nemmeno due anni, il bimbo poteva essere lasciato a dormire nel letto matrimoniale da solo in casa mentre papà e mamma lavoravano nelle vicine stalle? A questa domanda cercheranno di rispondere le indagini dirette dal pm Monferini e fondamentale saranno le risposte che forniranno i genitori.

Secondo quanto ha finora riferito Leonardo Tanturli, Nicola lunedì 21 giugno si è addormentato verso le 18 in braccio alla mamma che lo teneva nel marsupio. Poi Giuseppina ha portato il piccolo in casa adagiandolo sul letto matrimoniale, probabilmente senza toglierli i sandali. “Pensavamo che potesse svegliarsi, ma non avendo fatto il pisolino ci stava che potesse dormire fino al mattino dopo”, ha raccontato il padre.

La ricostruzione

La mamma è uscita di casa alle 19.30 per andare nella stalla, il padre è rientrato alle 21.30 dall’orto e ha messo l’altro figlio Giulio nel lettino. “Non ho fatto caso se Nicola fosse nel nostro letto”, ha detto sempre Leonardo. Intorno alle 22 la coppia di agricoltori ha iniziato a mungere le capre, operazione durata fino mezzanotte, quando sono rientrati in casa e hanno visto che Nicola non c’era. E’ iniziata così la ricerca del piccolo sparito. Ma solo dopo quasi nove ore, alle 8.30, hanno dato l’allarme, telefonando ai vigili del fuoco. “Abbiamo sbagliato a non chiamare subito i soccorsi”, ha ammesso il padre. Una giustificazione tardiva che potrebbe costare ai genitori un’incolpazione da parte della autorità giudiziaria, quella, appunto, di abbandono di minore.

Quanto al fatto che Nicola avrebbe aperto da solo la porta di casa, per andare a cercare i genitori dopo che al risveglio si era ritrovato in camera da solo, il padre ha spiegato che il figlioletto aveva imparato da qualche giorno ad usare la maniglia. Ricostruzione veritiera? Anche su questo come su tutti gli altri punti oscuri della vicenda sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri.

bambino-scomparso-oggi-mugello-campanara-ricerche
bambino-scomparso-oggi-mugello-campanara-ricerche

Allertati i servizi sociali

Nel frattempo, anche i servizi sociali della Asl Toscana Centro sono stati allertati al fine di accertare se il minore vive in una situazione familiare che potrebbe essere per lui fonte di disagio e se i genitori sono adeguati a svolgere la loro funzione educativa. In questo la relazione socio-familiare sarà inviata per competenza dalle assistenti sociali alla Procura presso il Tribunale dei Minori.

Si indaga, peraltro, su un episodio di allontanamento simile che avrebbe visto protagonista l’altro figlio della coppia. Quest’ultimo qualche tempo fa avrebbe percorso fino a un paio di chilometri lontano, poi ritrovato dagli abitanti dell’eco-villaggio di Campanara.

I punti oscuri: Nicola Tanturli e la malattia, soffre di sonnambulismo?

Nicola Tanturli ha una malattia? Il bambino soffre di sonnambulismo? Se sì, perchè è stato lasciato da solo? Perché se il bimbo era stato messo a letto indossava i sandali al momento del suo ritrovamento? Com’è possibile che abbia potuto percorrere da solo 4 o 5 km? Perché i cani molecolari che sono passati nella zona del burrone non hanno fiutato la presenza del piccolo? A chi appartengono le tracce di sangue trovate vicino alla porta di ingresso del casolare? E soprattutto perché i genitori hanno aspettato almeno nove ore prima di dare l’allarme e far scattare le ricerche? Ai dubbi dovranno rispondere in primo luogo i Tanturli.

Per i carabinieri, che conducono le indagini, il bimbo di neanche 2 anni si sarebbe allontanato da solo dal casolare, vagando per i boschi nei pressi della casa, per circa 30 ore. Sarebbero escluse altre ipotesi da parte degli investigatori dell’Arma. Comunque, i militari della compagnia di Borgo San Lorenzo, competente territorialmente, sta indagando in tutte le direzioni e sta vagliando ogni elemento utile.

I genitori dovranno spiegare anche perché hanno dato l’allarme per avviare le ricerche solo alle 9 di martedì 22 giugno dopo aver accertato, secondo il loro racconto, la scomparsa di Nicola dal letto da poco prima della mezzanotte del 21 giugno.

Un particolare da precisare riguarda i sandali che il bimbo aveva addosso quando è stato preso in braccio dal luogotenente Danilo Ciccarelli, che lo ha soccorso nel burrone. Nicola era stato messo a letto con i sandali? E’ possibile pensare che si sia messo da solo i sandali a 21 mesi? Nicola è stato ritrovato dopo 30 ore a circa 2,5 chilometri di distanza dal casolare in cui abita con la sua famiglia, ma avrebbe percorso forse il doppio della distanza nel suo vagare per i boschi.

nicola-tanturli-ritrovato
nicola-tanturli-ritrovato

Le parole di Danilo Ciccarelli

Il luogotenente Danilo Ciccarelli, comandante della stazione di Scarperia, che ha soccorso il bimbo nel burrone, ha raccontato quanto segue. “Nel punto in cui ho preso in braccio i piccolo l’erba non era schiacciata e la mia impressione è che lì non avesse passato la notte”. I cani molecolari, che erano passati in precedenza in quella stessa zona, non avevano fiutato nulla di Nicola. L’ipotesi è che abbia girovagato per 4 o 5 chilometri a piedi. Il tutto passando da strade sterrate e cadendo poi nel burrone, come dimostrerebbero i graffi sul corpo, forse provocati dai rovi.

Infine c’è un mistero che riguarda alcune tracce di sangue che i carabinieri hanno trovato in corrispondenza della porta del casolare. Ma per i militari, che comunque stanno facendo approfondimenti ulteriori sulla questione, il giallo sarebbe già risolto. Nel pomeriggio di lunedì 21 giugno, mentre stava giocando, Nicola sarebbe caduto e si sarebbe sbucciato la pelle.

Le parole del papà di Nicola Tanturli

“Mentre lo cercavamo la prima notte lo abbiamo sentito piangere a poche centinaia di metri, speravamo di trovarlo: abbiamo fatto un errore a non dare subito l’allarme”, ha spiegato il padre di Nicola al Tg1 sulle 9 ore di buco prima dell’arrivo dei soccorsi. E sulla sparizione, ha spiegato al Corsera, “qui i bambini giocano in libertà, sono sempre fuori… Magari cercava noi che eravamo fuori e s’è perso”, ipotizza. “Negli ultimi tempi è cresciuto di qualche centimetro, adesso – ha detto ancora – riesce a raggiungere la maniglia. Deve avere aperto la porta, forse non ci ha trovato e ha iniziato a cercarci”.

bambino-scomparso-oggi-palazzuolo-sul-senio-ricerche
bambino-scomparso-oggi-palazzuolo-sul-senio-ricerche

Fonte: Adnkronos

Articolo precedenteCrollo palazzo Miami, si teme la strage [VIDEO]
Articolo successivoSileri variante Delta: “Numeri aumentati e continueranno a farlo”