Home Covid Vaccino sbagliato Castellammare, 2° dose Pfizer invece di Astrazeneca: caos nell’hub

Vaccino sbagliato Castellammare, 2° dose Pfizer invece di Astrazeneca: caos nell’hub

2016
0
vaccino-donna-ragazza-vaccinazione
vaccino-donna-ragazza-vaccinazione

Vaccino sbagliato Castellammare – A una prof del napoletana, in attesa di ricevere la seconda dose del vaccino anti Covid, è stato somministrato il farmaco Pfizer invece dell’Astrazeneca con cui era stata già vaccinata. È successo nel pomeriggio nell’hub vaccinale di Moscarella, a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, per riportare la calma dopo le rimostranze della donna sono intervenuti i carabinieri, che hanno identificato i sanitari.

Il direttore sanitario dell’Asl Napoli 3 Sud ha comunicato che per la prof è stata attivata la farmacovigilanza: sta bene, ma è sotto stretta sorveglianza per intervenire in caso di reazioni avverse che, comunque, sulla base di altri episodi simili registrati, non dovrebbero insorgere.

La donna aveva già ricevuto la prima dose, era stata vaccinata con Astrazeneca e avrebbe dovuto oggi avere la seconda dose, con lo stesso tipo di vaccino. Per motivi non chiari, però, i medici le hanno somministrato come richiamo una dose di Pfizer e si sono accorti dello scambio soltanto quando era ormai troppo tardi.

Vaccino sbagliato Castellammare, ecco cos’è successo

Lo hanno comunicato alla prof, che ha perso la calma temendo per la propria salute; per riportare la situazione sotto controllo è stato necessario l’intervento dei carabinieri; i militari hanno identificato i medici coinvolti nell’errore e non è escluso che nelle prossime ore la donna sporga denuncia.

Il dottor Gaetano D’Onofrio, direttore sanitario dell’Asl Napoli 3 Sud e responsabile dell’hub vaccinale del rione Moscarella, ha predisposto che venisse subito attivata la farmacovigilanza per monitorare telefonicamente l’eventuale insorgenza di reazioni avversa. Le poche evidenze di casi simili registrati in altre parti del mondo, ha però spiegato il medico, non hanno portato a effetti nocivi nella persona che ha ricevuto come seconda dose un vaccino diverso da quello della prima.

Sotto il profilo sierologico, infatti, è la prima dose a creare immunità mentre la seconda funge da richiamo. Nei sette mesi in cui fino ad ora sono stati utilizzati questi vaccini, ha aggiunto ancora D’Onofrio, in Inghilterra e in America, non ci sono stati effetti nocivi in caso di scambio di farmaco.

vaccino-astrazeneca-dubbi
vaccino-astrazeneca-dubbi

fonte: fanpage.it