Home Covid Terza dose RSA, nel Lazio le prime somministrazioni

Terza dose RSA, nel Lazio le prime somministrazioni

1750
0
terza-dose-rsa-nonna-valentina-lazio
terza-dose-rsa-nonna-valentina-lazio

Terza dose RSA – Le prime somministrazioni oggi 28 settembre 2021 nella Regione Lazio: ecco la campagna e le modalità di prenotazione. Le ultime notizie dall’Italia aggiornate in tempo reale sul coronavirus tutte le ultime news dal mondo 24 ore su 24.

Sono iniziate questa mattina a Rieti le prime somministrazioni della terza dose di richiamo del vaccino anti Covid per gli ospiti nelle RSA che hanno fatto la seconda dose almeno da 180 giorni. Lo rende noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Tra le prime a ricevere la dose un’anziana ultracentenaria residente nella RSA di Santa Rufina a Rieti: nonna Valentina è stata tra le prime anziane ad avere ricevuto il terzo richiamo in Italia e in assoluto la prima nel Lazio. “Non ho sentito nulla, gli infermieri sono stati delicati. Sono felice, neanche mi sono accorta”, ha detto la donna. 

Terza dose RSA e over 80, la campagna

Si apre così la campagna per il terzo richiamo per gli over 80 nel Lazio: si tratta di una platea di 140 mila utenti. Alla mezzanotte di domani apriranno le prenotazioni online del richiamo per over 80 che abbiano ricevuto al 2° dose entro il 31 marzo 2021. “Le somministrazioni – fa sapere D’Amato – potranno essere effettuate presso i centri vaccinali oppure in farmacia. Chi volesse potrà fare la terza dose del richiamo dal proprio medico di famiglia contattandolo direttamente”. 

Le modalità

“Il cittadino, che ha fatto la seconda dose entro il 31 marzo 2021, può scegliere come avere la dose di richiamo – spiega D’Amato – prenotando o facendosi prenotare, come la volta scorsa, tramite il portale apposito, inserendo il numero della tessera sanitaria, e scegliendo il centro vaccinale o la farmacia vicino casa. A breve verrà comunicata la data di avvio delle prenotazioni chiamando il proprio medico di famiglia che potrà contestualmente somministrare anche il vaccino antinfluenzale”. “Gli over 80 che stanno nelle Rsa e nelle altre strutture residenziali non dovranno fare nulla – aggiunge -, riceveranno la terza dose direttamente dalle équipe delle Asl, dalle Uscar, o dalle strutture che li ospitano. Gli over 80, che hanno precedentemente ricevuto la vaccinazione Covid a domicilio, verranno contattati direttamente dalle Asl e non dovranno fare nulla”. 

vaccino-donna-ragazza-vaccinazione
vaccino-donna-ragazza-vaccinazione

Fonte: Sky Tg 24

Articolo precedenteRapporto nella Yaris, si toglie il freno a mano: auto finisce in collina
Articolo successivoSchianto tra cinque Tir, A4 chiusa e code: morto un camionista