Home Covid Tamponi a bimbi piccoli, genitori furiosi a Roma: “Assurdo, chiesti per raffreddore”

Tamponi a bimbi piccoli, genitori furiosi a Roma: “Assurdo, chiesti per raffreddore”

5242
16
tampone-bambini-scuola-covid
tampone-bambini-scuola-covid

Tamponi a bimbi piccoli. Ultime notizie Covid da Roma. A riportarle è l’edizione online de Il Messaggero che svela alcuni episodi poco piacevoli avvenuti a Roma per alcuni genitori di bimbi molto piccoli che frequentano asili e scuole elementari. Come qualcuno aveva preannunciato infatti, la ripresa delle scuole sta provocando caos e problemi.

A chi si chiedeva: “E cosa succederà se mio figlio avrà un semplice raffreddore?“, c’è una risposta. O meglio, ci sono dei casi da cui prendere esempio avvenuti nella capitale in queste ore. Il Messaggero riporta le storie di Lavinia, 23 mesi, che 4 giorni fa all’asilo aveva un po’ di raffreddore ed è stata rimandata a casa.

La mamma ha chiamato la pediatra della Asl che le ha prescritto subito un tampone: a neanche due anni, per un raffreddore. Risultato? Bimba al pronto soccorso del Bambino Gesù, tampone fatto e risultato fortunatamente negativo.

Tamponi a bimbi piccoli, genitori furiosi a Roma


Storia simile raccontata sempre dal Messaggero anche per Leonardo, 4 anni, due giorni fa aveva invece febbre a 37.5. Senza neanche essere visitato dal suo pediatra, gli è stato prescritto per precauzione un tampone dopo neanche 24 ore dalla comparsa della febbre.

Stessa trafila: tampone negativo. Ma di bimbi come Lavinia e Leonardo in questi giorni di inizio anno scolastico ce ne sono stati tantissimi: così piccoli e  costretti a sottoporsi ad analisi così invasive per un raffreddore o qualche colpo di tosse. E le mamme ora si chiedono: ma è davvero così necessario? 

Dal canto loro infatti i genitori sono furiosi, soprattutto in vista dell’arrivo dell’autunno e dei frequenti raffreddori e influenze: “Che facciamo: sottoponiamo i nostri figli ad un tampone al mese se va bene?”, si sfoga Giulia, mamma di Lucrezia che ha 3 anni. A ogni starnuto saltiamo un giorno di lavoro e andiamo a fare il tampone? Passiamo una giornata al pronto soccorso con il rischio di prendercelo davvero? E a novembre, dicembre, cosa succederà?”

Tutte domande lecite ovviamente, che tra l’altro al momento non conoscono risposta.

febbre-misurata-a-scuola
febbre-misurata-a-scuola
Articolo precedenteOmicidio Willy – Fratelli Bianchi in isolamento per un pugno ad un detenuto marocchino
Articolo successivoTosse a scuola, maestra rispedisce bimba a casa e i genitori insorgono: “Non si può andare avanti così”

16 Commenti

  1. Nice post. I learn something new and challenging
    on sites I stumbleupon every day. It wwill always be heppful too read through
    articles from other authors and practice a little something from other websites.

  2. Pretty section of content. I just stumbled upon your web site and in accession capital to assert that I acquire actually enjoyed account your blog posts.
    Anyway I will be subscribing to your feeds and even I achievement you access consistently fast.

  3. Whats up very cool web site!! Man .. Excellent ..
    Wonderful .. I’ll bookmark your website and take the feeds
    also? I’m happy to seek out so many useful information right here in the post,
    we’d like work out extra strategies on this regard, thank
    you for sharing. . . . . .

  4. I?m amazed, I have to admit. Seldom do I come across a blog that?s equally educative
    and entertaining, and without a doubt, you have hit the nail on the head.
    The issue is an issue that too few men and women are
    speaking intelligently about. I am very happy I came across this during my hunt
    for something regarding this.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui