Home Attualità Infermiera Torino: “No a vaccino a costo di sospensione, ecco perchè”

Infermiera Torino: “No a vaccino a costo di sospensione, ecco perchè”

1771
0
siringhe-vaccini
siringhe-vaccini

Infermiera Torino – L’intervista di Repubblica a un’infermiera di Torino che non vuol essere chiamata no vax o negazionista: le parole. Le ultime notizie dall’Italia e dal mondo sul coronavirus tutte le ultime news aggiornate in tempo reale 24 ore su 24.

“Non mi vaccinerò, a costo di essere sospesa. Ho già un piano B”.

Sono le parole, nell’intervista rilasciata a La Repubblica, di un’infermiera piemontese di 40 anni, che lavora in un grande ospedale pubblico e che non ha nessuna intenzione di vaccinarsi.

L’infermiera si è rivolta a un avvocato per valutare le strade per resistere all’obbligo di vaccinazione scattato il primo aprile per i sanitari: “Ma non chiamatemi No Vax. Io gli altri vaccini li ho fatti tutti. E soprattutto non sono una negazionista: so bene qual è la situazione, nel mio reparto porto tanti pazienti Covid verso la guarigione, ma anche tanti verso la morte.

Poi conclude: “Mi sono letta il decreto, non parla di licenziamento, ma di sospensione.

ambulanza-italia
ambulanza-italia

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Medici no vax rischiano licenziamento e radiazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui