Home Attualità Scuola del figlio di Conte, 1 solo giorno di lezione a settimana:...

Scuola del figlio di Conte, 1 solo giorno di lezione a settimana: genitori furiosi

3858
0
genitori-sotto-scuola-figlio-conte
genitori-sotto-scuola-figlio-conte

Scuola del figlio di Conte – La ripresa della scuola in molte regioni d’Italia fissata per il 14 settembre ha destato non pochi problemi. A farla da padrone in tutta Italia è stato principalmente il problema legato ai nuovi banchi per il distanziamento.

In molte scuole infatti i nuovi banchi non sono ancora pervenuti, motivo per cui in alcune classi gli alunni sono stati costretti a studiare solo seduti sulle sedie senza potersi appoggiare.

In altre scuole però il problema è nato anche dalla mancanza di insegnanti, che ha costretto alcuni istituti a non poter garantire le lezioni dal vivo ogni giorno.

Scuola del figlio di Conte, genitori in rivolta: ecco cosa sta succedendo

Come riporta l’edizione online di Leggo, una di queste scuole in cui è accaduta questa vicenda si trova a Roma, nell’elegante quartiere Prati, dove peraltro studia anche il figlio del Premier Giuseppe Conte.  Motivo per cui questa mattina di fronte all’istituto comprensivo, un gruppo di genitori ha protestato contro la mancata organizzazione della ripresa delle lezioni in classe.

“Abbiamo invitato anche il Presidente del Consiglio non tanto a protestare quanto ad ascoltarci. I nostri figli non hanno ripreso la scuola. Purtroppo è così”. Queste le parole di uno dei padri presenti in mattinata.

Alla base della protesta c’è la mancanza di docenti a scuola, per cui le lezioni in presenza non sono garantite. E quelle a distanza, con la didattica digitale integrata, in una scuola media o elementare non si possono fare. Solo alle superiori. Quindi ora che si fa? Si sta a casa e i giorni di lezione saranno andati perduti.

Al momento le classi di prima e terza media frequentano due giorni a settimana per tre ore circa al giorno.

Pochissimo per chi deve intraprendere un nuovo corso di studi, come le prime classi, e per chi a fine anno dovrà sostenere l’esame di Stato, in terza media appunto. Le classi di seconda media invece solo 1 giorno a settimana, tornando tra i banchi solo per tre ore a settimana. 

“Se continua così, portiamo via i nostri ragazzi. Purtroppo non ci sono altre scuole medie in zona che potrebbero accoglierci tutti, dovremo andare alla scuola privata: praticamente questo è il fallimento della scuola pubblica”. Queste le parole riportate da Leggo di una delle mamme presenti.

conte-con-suo-figlio
conte-con-suo-figlio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui