Home Attualità Sabrina Pattarello, licenziata la maestra “no mask” di Treviso

Sabrina Pattarello, licenziata la maestra “no mask” di Treviso

1190
1
sabrina-pattarello-licenziata-maestra-treviso
sabrina-pattarello-licenziata-maestra-treviso

Sabrina Pattarello – La maestra negazionista e “no mask” di Treviso e la notizia del suo licenziamento. Le ultime notizie di attualità sul coronavirus dall’Italia tutte le ultime news dal mondo aggiornate 24 ore su 24 in tempo reale 365 giorni su 365.

Licenziata Sabrina Pattarello, maestra di una scuola elementare di Treviso. La docente aveva più volte manifestato di essere contraria all’uso della mascherina ‘anti Covid’ in aula.

La sua iniziativa aveva portato i genitori degli alunni della sua classe ad una protesta con tanto di sit-in davanti alla scuola. Il fatto era accaduto nel dicembre scorso ed era intervenuto anche il sindaco Mario Conte.

Secondo quanto riporta oggi Il Gazzettino, il “contratto è stato risolto” dal Ministero dell’Istruzione dopo che la maestra era stata assunta con un contratto speciale dettato dall’emergenza Covid-19.

La condotta dell’insegnante, contraria all’uso della mascherina in classe era emersa dalle segnalazioni degli stessi studenti ai loto genitori. Gli stessi dopo una serie di segnalazioni avevano deciso di protestare per la sua condotta.

La maestra, battezzata “no mask”, non ha mai fatto mistero delle proprie opinioni contrarie ai presidi di sicurezza sanitari anti Covid.

La notizia ha già suscitato tanti commenti sui social, tra chi ha appoggiato l’ormai ex maestra e chi invece l’ha duramente criticata.

sabrina-pattarello-maestra-no-mask-treviso-licenziata
sabrina-pattarello-maestra-no-mask-treviso-licenziata
Articolo precedenteColore regioni 16 gennaio, tante in zona arancione: tutte le decisioni
Articolo successivoNuovo DPCM 16 gennaio, ecco cosa si può fare e cosa no

1 commento

  1. […] Originaria di Spinea, nel Veneziano, ma residente a Marghera, ossessionata da Bill Gates e da Anthony Fauci, innamorata di Donald Trump, la maestra non ha mai nascosto le sue idee negazioniste. Era stata assunta nell’istituto Giovanni XXIII di Treviso come supplente e insegnante di sostegno. Ma in classe si era lasciata andare con valutazioni personali sulla pandemia, nel tentativo di convincere i bambini che fosse tutta un’invenzione. A segnalare i suoi interventi negazionisti erano stati i genitori dei bambini. Questi avrebbero denunciato anche minacce da parte dell’insegnante contro chi si rifiutava di togliersi la mascherina. Prima era stata oggetto di un provvedimento disciplinare, per poi essere sospesa da scuola per mancato uso dei dispositivi di protezione forniti dall’istituto. Infine, a inizio anno, il licenziamento. […]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui