Home Attualità Giallo a Venezia, agente penitenziario muore soffocata nel vano contenitore del suo...

Giallo a Venezia, agente penitenziario muore soffocata nel vano contenitore del suo letto

2410
0
automobile-polizia
automobile-polizia

Giallo a Venezia – R.R., 56 anni, è stata trovata morta nella sua abitazione, a Venezia. Una tragedia, per quello che pare un incidente, ma anche un giallo.

La donna è stata trovata domenica sera poco dopo le 21 senza vita all’interno del vano contenitore del letto matrimoniale. Decesso preliminarmente spiegato con il soffocamento causato da una disgrazia.

R.R., residente a Venezia, nel sestiere di Dorsoduro, era un agente di Polizia Penitenziaria dell’Istituto femminile della Giudecca.

Il tragico rinvenimento è stato della figlia: la povera ragazza che ha fatto la tremenda scoperta ha subito attivato i soccorsi.

Giallo a Venezia, muore agente penitenziario

Il fascicolo della procura di Venezia (atto dovuto nei casi di morte improvvisa) non contempla reati o intestazione a soggetti.

Il campo di pertinenza del decesso, anche per opinione preliminare dei carabinieri del Nucleo natanti, è quello di un incidente.

Certo, si tratta di un decesso con modalità inconsueta, quindi le indagini sono aperte.
L’abitazione dove viveva la donna è stata posta sotto sequestro ed è teatro di attente indagini che non possono non partire dalla tragica scoperta della morte, arrivata per asfissia, e dal luogo dell’incidente: il mobile contenitore del letto matrimoniale.

Altre informazioni arriveranno dall’esito dell’autopsia giudiziaria che verrà assegnata presto al perito del magistrato.

simbolo-lutto
simbolo-lutto

fonte: lavocedivenezia.it