Home Attualità Professore decapitato in nome di Allah, l’aggressore: “Ho ucciso un cane”

Professore decapitato in nome di Allah, l’aggressore: “Ho ucciso un cane”

962
0
professore-decapitato
professore-decapitato

Professore decapitato in nome di Allah. Le ultime notizie di attualità dal mondo 24 ore su 24 in aggiornamento costante in tempo reale live.

Sarebbe un diciottene colui che ha decapitato il professore Samuel Paty.

E’ successo a Conflans-Sainte-Honorine, in periferia occidentale di Parigi.

Nella notte la polizia francese ha fermato nove persone, tra cui un minore, provenienti dalla cerchia familiare dell’aggressore.

Si tratterebbe di un giovane di 18 anni, nato a Mosca e di origine cecena.

L’agguato è partito alla fine delle lezioni, nel pomeriggio.

Il giovane ha decapitato il professore di storia con un coltello gridando “Allah u Akhbar”, in italiano “Allah è grande”.

Le macabre immagini dell’insegnante decapitato sono poi state postate sul profilo Twitter dell’aggressore con un messaggio di rivendicazione: “Allah, ho ucciso un cane dell’Inferno che ha osato infangare il tuo nome”.

La polizia municipale, chiamata da alcuni testimoni, ha ucciso il diciottenne.

La vittima è un professore di storia, Samuel Paty.

Nei giorni scorsi aveva mostrato in una classe di liceo le vignette di Maometto pubblicate da Charlie Hebdo, in occasione del processo contro i responsabili della strage del 7 gennaio 2015.

La lezione  del professore aveva suscitato le proteste dei genitori di alcuni studenti.

Ora invece in Francia, ma anche nel resto del mondo, sta spopolando l’hastag: #JeSuisProf

Nelle ultime ore, poi, stando a BFM-TV, fra gli arrestati ci sono 4 membri della famiglia del killer: i genitori, il nonno e il fratello di 17 anni, tutti arrestati ad Evreux, dove abita la famiglia.

L’abitazione è stata accuratamente perquisita.

Fra i fermati ci sono anche il padre, autore del video circolato su Youtube in cui si lamenta della lezione sulla libertà d’espressione del professor Paty, e un amico che l’aveva accompagnato ad incontrare il preside per esprimere la sua protesta.

Professore decapitato, le parole di Macron

Nel pomeriggio è annunciata una conferenza stampa del procuratore antiterrorismo, Jean-Francois Ricard.

Intanto il Presidente francese Macron ha voluto dare un messaggio agli insegnanti.

“Stasera voglio dire a tutti gli insegnanti di Francia che siamo con loro, che la nazione intera è al loro fianco oggi come domani per proteggerli, difenderli e per permettergli di fare il loro mestiere che è crescere dei cittadini liberi”.

“Non è un caso che stasera sia un insegnante che questo terrorista ha ucciso perché ha voluto colpire la Repubblica, la luce, la possibilità di fare dei nostri figli dei cittadini liberi che credano o no o di qualsiasi religione siano. Questa è la nostra battaglia”, ha concluso Macron.

emmanuel-macron
emmanuel-macron

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui