Home Covid Variante Delta Sassari, confermati 15 contagi

Variante Delta Sassari, confermati 15 contagi

443
11
varianti-covid-nomi-differenze-scienziati
varianti-covid-nomi-differenze-scienziati

Variante Delta Sassari – Quindici casi di variante Delta a Sassari. La conferma arriva dall’azienda ospedaliera universitaria (Aou) della città sarda. “Confermata a Sassari la presenza di 15 casi di variante Delta, nei 15 tamponi sospetti che, nei giorni scorsi, avevano mostrato una reazione diversa da quella tipica della variante inglese”.

Variante Delta Sassari, confermati altri casi

“Il laboratorio di Microbiologia e virologia diretto da Salvatore Rubino, per questo motivo, aveva deciso di sottoporli a sequenziamento per una loro identificazione”, riferisce in una nota sottolineando che delle positività riscontrate “14 sono legate a un unico cluster mentre una è riferita a un paziente arrivato dall’estero”.

“Dopo un esame di pre-screening su tre tamponi, inoltre, il laboratorio – continua la nota – ha registrato una positività al Covid fortemente sospetta per la variante brasiliana. Per questo motivo è stata avviata l’attività di sequenziamento”.

“Ieri, infine, l’azienda ospedaliera universitaria di Sassari con il laboratorio di Microbiologia e virologia ha partecipato alla giornata di ‘sorveglianza nazionale’ che è stata indetta mensilmente dall’Istituto superiore di Sanità per valutare l’incidenza delle varianti in tutto il territorio”.

variante-nigeriana-brescia-scoperta
variante-nigeriana-brescia-scoperta

fonte: adnkronos.com

Articolo precedenteNicola Tanturli ritrovato, il bimbo del Mugello è salvo!
Articolo successivoCovid Israele, risalgono i contagi: ultimi aggiornamenti

11 Commenti

  1. […] Sulla variante Delta del coronavirus in Italia i numeri della prevalenza “sono aumentati e continueranno aumentare, tenderà a sostituire anche da noi come nel Regno Unito, la variante inglese. Il nostro compito è rallentarne la velocità di diffusione e rafforzare il tracciamento per limitarne i casi, ma a qualche settimana da oggi le percentuali sono destinate a crescere. Nel frattempo il rallentamento deve consentire una più rapida vaccinazione con le seconde dosi affinché questa variante non faccia danni”. Lo ha detto a Sky TG24 Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ospite di Timeline. “Per chi ha la seconda dose – ha aggiunto – gli effetti clinici di questa variante sono limitati. Continuiamo a osservare quello che succede nel Regno Unito, che sta più avanti di noi in questa esperienza, per prendere i provvedimenti necessari”. […]

Comments are closed.