Home Covid Sileri: “Arriveremo a 80% vaccinati, obbligo è extrema ratio”

Sileri: “Arriveremo a 80% vaccinati, obbligo è extrema ratio”

1326
0
sileri-intervista
sileri-intervista

Sileri – Le dichiarazioni del sottosegretario alla Salute su obbligo vaccinale, Green Pass e non solo. Le ultime notizie dall’Italia e dal mondo aggiornate in tempo reale 24 ore su 24.

“Raggiunto l’80% della popolazione completamente vaccinata” contro Covid-19, “avremo un’ulteriore riduzione di contagi, ricoveri e decessi, quindi un Paese in sicurezza. Non c’è una percentuale magica” di copertura vaccinale a cui puntare, “ma alcuni scienziati ritengono che con l’80% di vaccinati vengono protetti sia i vaccinati sia i non vaccinati”. Per questo di obbligo vaccinale “credo che in questo momento non serva parlarne più di tanto, ma tenerlo come opzione in extrema ratio”. Lo ha precisato Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’è desta’ su Radio Cusano Campus.

Sileri: “Obbligo vaccinale? Tanti fattori da considerare”

“Di obbligo possiamo parlare già da subito – ha spiegato – ma ci sono tanti fattori da considerare, ad esempio il percorso burocratico per avere un ok definitivo su tutti i vaccini. L’altra cosa da considerare sono le decisioni degli altri Paesi. E poi” bisogna “capire se l’obbligo serve per tutti o solo per alcune categorie. Quando si parla di obbligo, bisogna esprimere un po’ meglio il quando, il chi e con quale vaccino”.

Sileri spiega quindi che “una persona vaccinata” contro Covid-19 può incontrare il coronavirus, che “cerca di accedere a questa persona, si appoggia nelle sue narici, però trova un sistema immunitario che è pronto a distruggerlo”. Quindi “il vaccinato, se è asintomatico, contagerà molto meno del non vaccinato anche perché il virus gli durerà meno in corpo”. “Quando intorno hai l’80% delle persone vaccinate – ha aggiunto – anche se sei positivo non puoi creare grandi problemi, al massimo qualcuno si prenderà un raffreddore. C’è uno studio del San Raffaele” di Milano “con l’ospedale di Boston che dimostra la differenza tra la contagiosità dei vaccinati e dei non vaccinati”.

“Si può contestare il Green pass, ma bisogna spiegare a cosa serve. E’ chiaro che sia una spinta verso la vaccinazione” anti-Covid, ed “è un fatto che da quando si è introdotto il Green pass è stata piegata la curva dei contagi. L’intervento attraverso il Green pass, e quindi attraverso vaccinazione e diagnostica, ha ridotto il contagio e scovato alcuni positivi che non rientrano in catene di contagio note”, ha sottolineato Sileri.

pierpaolo-sileri

Fonte: Adnkronos

Articolo precedenteAda Rotini, uccisa dal marito che dopo ha tentato il suicidio
Articolo successivoAutopsia Chiara Ugolini, ecco com’è morta la 27enne