Home Covid Fila vaccini Napoli, disorganizzazione totale e lunghe attese al gelo sotto la...

Fila vaccini Napoli, disorganizzazione totale e lunghe attese al gelo sotto la pioggia

1917
15
fila-vaccini-napoli-9-gennaio
fila-vaccini-napoli-9-gennaio

Fila vaccini Napoli – In fila per la vaccinazione anti-Covid: per tre ore, al mattino; quasi cinque, nel pomeriggio. Al freddo, sotto la pioggia, digiuni, prima e dopo il tramonto, fino a sera. L’uno accanto all’altro: in 1700 davanti alla Mostra d’Oltremare.

Anziani e giovani, medici, infermieri, addetti alle pulizie, operatori sanitari al lavoro nei distretti, nei laboratori, negli ospedali, ma anche nelle cliniche e nelle case di cura convenzionate.

Tutti convocati via sms ed e-mail: ieri, oggi e domani. Basta presentarsi ed esibire la tessera sanitaria e un documento di identità, e aspettare: sin dalle 8, la coda si ingrossa, il serpentone striscia sull’asfalto, all’esterno, nel piazzale Tecchio e oltre.

Francesco Paolo Sferratore, 52 anni, medico igienista con un’educazione d’altri tempi, occhiali e mascherina Ffp2, varca il cancello alle 8.15, compila il consenso informato e, dopo l’accettazione, riesce ad accedere al box soltanto alle 11.45, ma non protesta.

Fila vaccini Napoli, caos alla Mostra D’Oltremare

È rassegnato: «Viste le circostanze, la fila appare inevitabile». A dare il via libera provvede Daniela Cicala, dipendente amministrativo della Asl. Esperta di bilanci. «nell’insolita veste di vigile urbano», dice ironica, e in effetti il suo compito è quello di regolare il traffico in corsia.

Ce ne sono tre, di linee di accesso, piuttosto ordinate, nella sala principale del padiglione 1 presidiato da vigilanti e militari. «I rallentamenti dipendono un po’ dai tempi di preparazione delle dosi», sostiene con un sorriso indulgente. Ma Angela Oliva, oculista in servizio nella struttura del corso Vittorio Emanuele, critica le scelte organizzative dei vertici. 

«Ho ricevuto il messaggio che hanno mandato a tutti, con possibilità di raggiungere il Covid Vaccine Center nei tre giorni, dalle 8,30 alle 18, senza l’indicazione di un orario preciso, a differenza del modello predisposto al Policlinico. Quest’organizzazione è pessima», sentenzia.

E l’affluenza notevole. «Le resistenze iniziali sono state superate, quando le aziende hanno chiarito che non sarebbe stata iniettata una parte del virus», afferma la dottoressa.

Annuisce Andreina Anziano, 56 anni, ginecologa dell’Ospedale del mare, nel team dei vaccinatori d’esordio reclutati come volontari in regime di straordinario. «Nel mio reparto c’è stata unanimità nella scelta, ovunque l’adesione è massiccia», afferma il medico senza fermarsi.

Consegna, dunque, il foglio e la spillina a Carmela Totaro, 59 anni e tre figli, fisioterapista, “sì vax” convinta che pure ha raggiunto Fuorigrotta di buon ora («Assieme a un collega di Secondigliano»).

In tanti si sono mossi insieme. Come quattro suore carmelitane e altri quattro dipendenti del Fatebenefratelli, che scherzano sotto l’insegna e affermano: «Siamo fiduciosi, pronti ad aspettare».

Alberto Baccicalupi, 55 anni, e Ciro Iavarone, 58, lavorano per un’impresa di pulizie nella sede Asl di Secondigliano e sono ancora più in fondo, all’angolo con viale Kennedy. Per loro è già il secondo tentativo: ieri sono stati all’Ospedale del mare. «Lì abbiamo atteso dalle 14 alle 15, ma poi desistito. Invece, alcuni colleghi irriducibili sono rimasti fino alle 17.50».

Questa volta sono loro i temerari, che restano a oltranza. «Per l’esattezza, dalle 13 alle 17.45, nonostante il diluvio. Senza mangiare e senza nemmeno poter acquistare una bottiglia d’acqua, perché le macchinette sono collocate alla fine del percorso», lamenta Baccicalupi.

«Non sarebbe stato meglio allestire più box in città per la somministrazione del farmaco, comporre squadre itineranti?», ipotizza Iavarone, dopo aver aspirato l’ennesimo tiro dalla sigaretta e scattato una foto alla coda. 

fila-vaccini-napoli-mostra-oltremare
fila-vaccini-napoli-mostra-oltremare

fonte: ilmattino.it

Articolo precedenteScuola materna Rosselli Rivoli, due maestre indagate per maltrattamenti sui bambini
Articolo successivoLutto Papa Francesco, è morto il suo medico personale

15 Commenti

  1. Simply wish to say your article is as astonishing. The clarity in your put up is simply cool and that i could think you are knowledgeable
    in this subject. Fine together with your permission allow me to seize your RSS feed to stay up to date
    with impending post. Thank you a million and please keep up the rewarding work.

  2. Do you mind if I quote a couple of your posts as long as I provide credit and sources back to
    your blog? My blog site is in the very same niche as yours and my
    users would really benefit from a lot of the information you
    present here. Please let me know if this alright
    with you. Thank you!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui