Home Attualità Glazie plego, nuovo caso di discriminazione su libro di testo di...

Glazie plego, nuovo caso di discriminazione su libro di testo di scuola

1160
42
glazie-plego-libro-discriminazione
glazie-plego-libro-discriminazione

Glazie plego – Fa discutere molto il nuovo caso di discriminazione su un libro testo scolastico denunciato dalla prof della Cattolica. Le ultime notizie di attualità aggiornate in tempo reale dall’Italia e dal mondo tutte le ultime news 24 ore su 24.

E ci risiamo. Dopo la volta dei libri impregnati di sessismo, più volte denunciati e diventati lo spunto per una proposta di legge, e di quelli razzisti, ora rischia di scoppiare il caso del libro a rischio bullismo. A segnalarlo è la professoressa Lala Hu, che insegna marketing all’università Cattolica di Milano, su Twitter. La pagina che contesta, e pubblicata sul social network, riguarda un libro di Giunti (edizioni del Borgo), tratto dal testo per le scuole elementari Leggermente plus, dove si parla di una bambina cinese: nella lista delle cose «che mi piacciono di Lee», elencate dal bambino Duccio nel suo diario, c’è il fatto che «dice ‘glazie, plego’ e anche ‘facciamo plesto’» e che «non si offende mai quando la prendiamo in giro».

Glazie plego, la denuncia della professoressa Hu dell’università Cattolica

«A parte gli stereotipi sui bambini cinesi», fa notare la professoressa Hu, ma «che ne sa @Giuntieditore del trauma dei bambini quando vengono bullizzati»?. Secondo la professoressa, la «presa in giro» viene infatti citata come una sorta di pratica normale, nella vita scolastica quotidiana, e questo, a suo parere, la avallerebbe. Il tweet è stato ampiamente condiviso, e nei commenti la professoressa ha aggiunto: «Non è la prima volta che i testi di didattica per bambini rappresentano una mentalità retrograda, talvolta sessista e razzista. Una causa può essere l’assenza di diversity nel settore editoria. Con questo tipo di narrazione, continueremo a vivere di pregiudizi e discriminazione». Secondo la professoressa, la citazione contiene anche una «sciatteria»: «La trascrizione fonetica di nomi e parole per la Cina continentale è stata modificata durante il secolo scorso, quindi il nome della bambina di questo brano dovrebbe essere Li al posto di Lee».

L’editore non ci sta e replica: “Sono esterrefatto”

Ma Stefano Cassanelli, l’editore che ha pubblicato il libro, replica.

«Sono esterrefatto. Ammetto che nel testo ci possano essere stereotipi sulla cultura orientale, ma a quel punto i rilievi andrebbero fatti all’autrice del libro, che è Patrizia Reggiani, che ha scritto ‘Duccio e il mostro della musica telepatica’, edito da Feltrinelli nel 2013, come noi riportiamo correttamente alla fine del brano. Il testo è stato inserito nel volume Leggermente in quanto è il diario di un bambino, e il nostro intento era proporre delle attività sul diario, appunto: estrapoliamo brani di letteratura che possano aiutarci a far comprendere i concetti relativamente ai generi letterari presentati. Ora che qualcuno, decontestualizzando completamente una frase dal resto del brano possa accusarci di fare apologia del bullismo, o di non avere empatia per i bambini bullizzati, come fa la professoressa, per me è inaccettabile e offensivo».

Cassanelli spiega: «Quando ci sono stati casi di testi effettivamente vecchi e discutibili, o quando ci sono stati errori, siamo stati i primi ad ammettere le nostre responsabilità e a intervenire. Ma in questo caso faccio fatica a trovare il problema. Siamo attentissimi ai testi che possano generare obiezioni su questioni di genere, soprattutto, su cui tra l’altro abbiamo delle direttive ministeriali molto chiare. E qui non ci vedo niente che abbia a che fare con il bullismo: tra l’altro, il testo parla di un bambino che è innamorato della bambina cinese, e la racconta con leggerezza da bambino».

Non è il primo caso

La questione purtroppo sta diventando molto delicata negli ultimi tempi. Non è la prima volta che un libro destinato all’apprendimento finisce nel mirino per contenuti poco appropriati. In autunno è stata presentata una proposta di legge da diversi deputati- tra cui Alessandro Fusacchia Lia Quartapelle, Paolo Lattanzio, Laura Boldrini, Alessandra Carbonaro e Lucia Ciampi- che aiuti scuole ed editori a fare fronte comune per contrastare gli stereotipi di genere, e in generale promuovere la diversità nei libri di testo, secondo quanto anche chiesto da anni dall’Unesco.

Fonte: Corriere della Sera

Articolo precedenteTamponi aeroporto Fiumicino, ecco i prezzi per test antigenici e molecolari
Articolo successivoMattia Fogarin morto, ritrovato il corpo a 10 giorni dalla sparizione

42 Commenti

  1. Throughout the great design of things you secure a B+ with regard to effort and hard work. Where you lost me personally was first on the particulars. As it is said, the devil is in the details… And that could not be more true right here. Having said that, let me tell you what exactly did work. The authoring is definitely very engaging and this is probably the reason why I am making the effort in order to opine. I do not really make it a regular habit of doing that. Secondly, although I can certainly notice the leaps in reason you make, I am not really certain of just how you seem to unite the points which in turn make the actual final result. For the moment I will yield to your point but trust in the future you actually connect the dots better.

  2. Thank you for sharing excellent informations. Your web site is very cool. I am impressed by the details that you’ve on this blog. It reveals how nicely you perceive this subject. Bookmarked this website page, will come back for extra articles. You, my friend, ROCK! I found just the info I already searched everywhere and just couldn’t come across. What an ideal web-site.

  3. I do not even understand how I finished up right here, however I thought this publish used to be good. I don’t recognize who you are however certainly you’re going to a well-known blogger in the event you aren’t already 😉 Cheers!

  4. Fantastic items from you, man. I have be aware your stuff prior to and you are just too magnificent. I actually like what you have acquired here, certainly like what you’re saying and the best way through which you are saying it. You make it enjoyable and you continue to care for to stay it smart. I cant wait to learn far more from you. This is actually a great web site.

  5. Hello! I know this is kind of off topic but I was wondering if you knew where I could find a captcha plugin for my comment form? I’m using the same blog platform as yours and I’m having problems finding one? Thanks a lot!

  6. Yesterday, while I was at work, my sister stole my iphone and tested to see if it can survive a thirty foot drop, just so she can be a youtube sensation. My apple ipad is now destroyed and she has 83 views. I know this is totally off topic but I had to share it with someone!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui